ESERCITO DUCATO DI MODENA
Regni Rinascimentali
 
IndiceIndice  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  I Regni RinascimentaliI Regni Rinascimentali  

Condividere | 
 

 Benvenuti al Capitano e al Sergente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Ladycats



Femminile Numero di messaggi : 266
Data d'iscrizione : 12.11.09

Statino Militare
Compagnia: Legione dell'Ade
Grado: Cappellano Militare
Forza:
255/255  (255/255)

MessaggioOggetto: Benvenuti al Capitano e al Sergente   Gio Ago 19, 2010 6:19 pm

Elisabetta era sempre sulla porta della chiesa, non gli era permesso entrare in caserma, difficilmente qualche soldato passava per un saluto o per una preghiera, ma sempre sperava nella magnanimità di Aristotele e che qualche fedele aristotelico, non solo di nome, ma anche di fatto, passasse per una preghiera.
Da poco era stato nominato il Capitao e Il Sergente e quale Cappellano dell'Esercito Ducale, desiderava far discendere su di loro e su tutto l'esercito la benedizione di Christos.

Anche se in chiesa da sola, indosso i sacri paramenti e così pregò

Oh Dio onnipotente e misericordioso, Tu, che controlli e comandi i nostri destini, benedici il nostro Capitano e il nostro Sergente perchè siano sempre illuminati dalla tua misericoria, che le loro decisioni che coinvolgono il destino di tanti uomini e donne sia sempre per il bene supremo della pace.

Poi si raccolse e in silenzio rivolse al Signore una preghiera particolare per suo marito...


_________________
Tornare in alto Andare in basso
Ten.Giustiniano



Maschile Numero di messaggi : 677
Località : RR: Modena RL: Brescia
Data d'iscrizione : 27.01.09

Statino Militare
Compagnia: Guardiani di Modena
Grado: Soldato Specialista
Forza:
222/255  (222/255)

MessaggioOggetto: Re: Benvenuti al Capitano e al Sergente   Gio Ago 19, 2010 9:13 pm

Il Tenente, fece capolino nella cappella...era una vita che non ci metteva più piede....
Si inginocchiò nell'entrare e si segnò, poi si mise nell'ultimo posto e, chino sul banco, chiese perdono dei molti peccati.

C'era fresco nella chiesetta ed un silenzio tanto rumoroso quanto i soldati che correvano sul campo al suo esterno. Solo qualche candela tremante illuminava l'ambiente, reso più scuro dalle luci del tramonto.

Il cappellano stava pregando, indosso gli abiti liturgici.

Quasi sussurrando disse "Signore che guidi la nostra mano contro i nemici che attentano alla nostra felicità ed alla sicurezza dei nostri cari, fa che noi soldati, confidando in Te, possiamo essere saldo baluardo alla nostra gente, roccia che resiste alle tempeste e rendi i nostri cuori impavidi dinnanzi al nemico ed a Sorella Morte, si che in ogni momenti siamo pronti al Supremo Sacrificio per il Bene Supremo della Nostra Patria.
Sostieni il Duca, nostro sovrano, afficnhè abbia sempre a condurci verso la gloria e la prosperità; perdona le sue colpe e preservalo da ogni male.
Aiuta tutti i cittadini, nostri fratelli nella loro vita quotidiana e fa che sempre più siano attivi per il bene di tutti.
Tu che tutto puoi, aiutaci, Signore, nei momenti difficili e bui.
Te ne prego...
Amen"


E rimase inginocchiato.
Tornare in alto Andare in basso
 
Benvenuti al Capitano e al Sergente
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Benvenuti al Capitano e al Sergente
» Benvenuti cugini !
» Aggiungere il pulsante "Condividi" (Share)
» Benvenuti a Torrentelandia
» Caputo e il calcioscommesse, Torrente tende la mano: "Da noi nessuna sentenza, resta il capitano". E chi lo conosce bene dice: "E' amareggiato ma ha garantito..."

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
CASERMA DI MODENA :: ESERCITO DI MODENA :: Chiesa-
Andare verso: